La nostra scuola

L'Istituto Comprensivo si estende sui territori dei comuni di Gabicce Mare e di Gradara e si compone di sette plessi scolastici:
  - 2 scuole dell'infanzia      - 3 scuole primarie
  - 2 scuole secondarie di 1° grado

Lavorare in serenità è la filosofia che anima l’Istituto Lanfranco e così le nostre idee si concretizzano in curricoli, progetti, certificazioni e opportunità. Ci impegniamo a supportare le diverse esigenze educative dei nostri alunni dall’infanzia all’adolescenza, per preparare tutti e ciascuno ad affrontare le sfide future.

Contatti

Via XXV Aprile, -61011- Gabicce Mare (Pu)
tel. 0541.960118 - fax 0541.954776
e-mail: psic81200n@istruzione.it
PEC: psic81200n@pec.istruzione.it 

mappa e webmail

URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico)
ricevimento:
tutti i giorni dalle ore 11.00 alle ore 13.00
martedì e giovedì dalle 14:30 alle 17:30

Link agli "Obiettivi di accessibilità"

 

   In Evidenza   

In allegato:

  • il modello da stampare e compilare per l'iscrizione alla Scuola dell'Infanzia ed il questionario per la graduatoria;
  • i Codici Meccanografici dell'Istituto.
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (CODICI MECCANOGRAFICI.pdf)CODICI MECCANOGRAFICI.pdf 146 kB
Scarica questo file (Modello iscrizione infanzia 2021.22.doc)Modello iscrizione infanzia 2021.22.doc 570 kB
Scarica questo file (Modello iscrizione infanzia 2021.22.pdf)Modello iscrizione infanzia 2021.22.pdf 484 kB

Volantino iscrizione infanzia Volantino iscrizione Primaria e secondaria

Regalo di Natale del Consiglio Comunale ad ogni alunno di Gabicce: un prezioso libro.

01.jpeg02.jpeg03.jpeg04.jpeg

Gabicce mare, 19 dicembre 2020

Agli alunni della primaria e della secondaria

Cari alunni dell’I.C. “G. Lanfranco”,

quest’anno non reputo opportuno effettuare il solito giro di tutte le classi per farvi un saluto e augurarvi buon Natale perché siamo in un periodo ancora critico: la fase finale della cosiddetta “seconda ondata” e come proseguirà la situazione dipenderà dalle scelte di ognuno di noi, ecco perché sento la necessità di continuare ad essere prudente.

Provo un certo sollievo nell’aver constatato che i tanti sforzi estivi nel distanziare le postazioni negli spazi scolastici, ci hanno al momento ripagato: la didattica in presenza è un grande sollievo per tutti ed elimina gli svantaggi di coloro che non hanno ottime connessioni ad internet. Allora dobbiamo tutti impegnarci per continuare le lezioni in presenza tutto l’anno. Ecco perché mi permetto di invitarvi ad adottare i dispositivi di sicurezza come la mascherina e il distanziamento, pur sapendo che il sacrificio che chiedo è alto. Eppure se ognuno valuta opportunamente questa richiesta, l’accetterà più volentieri. Bisogna entrare nell’ottica che le misure di prevenzione non servono a salvaguardare se stesso dagli altri (ognuno potrebbe volersi sentire libero di rischiare), ma sono necessarie per proteggere gli altri, in particolare le persone più fragili, da sé.

Allora nella festa che per antonomasia è quella dello scambio del dono, cosa c’è di più bello della dimostrazione concreta dell’interesse verso la salute altrui? Se bontà d’animo e generosità vi appartengono, non farete fatica ad applicare quanto tutti consigliano.

E proprio a proposito della generosità, vorrei lanciarvi un’iniziativa a cui sto pensando da qualche giorno. Mi farebbe piacere se interveniste numerosi, in considerazione che quest’anno non abbiamo potuto aderire e partecipare a quei bellissimi progetti che tanto caratterizzano la nostra offerta formativa in quanto provocano inevitabili assembramenti.

Pertanto ho immaginato che chi di voi vorrà, potrà partecipare ad un progetto a cui ho dato il nome di “Io dono parole ed emozioni” che consiste nella realizzazione e invio di un video di non più di 2 minuti e 30 secondi in cui ognuno dei partecipanti, accanto ad un simbolo natalizio della propria abitazione, si presenta, legge un passo di un libro che gli piace, ne indica titolo e autore, giustifica il perché della scelta. Il motivo potrebbe anche essere il consiglio di un familiare o di un docente e i libri potrebbero essere dei classici, libri di epica, di narrativa, romanzi, fiabe etc. Sia ben chiaro: non ho voglia di vedere nel video alberi sontuosi o decori importanti, ma lettori appassionati.

In un’epoca in cui in tanti ambiscono al ruolo di influencer per arricchirsi smodatamente, sarei lieta se accettaste una sfida controcorrente: influenzare il prossimo alla bellezza della lettura donandogli parole ed emozioni.  

Visto che l’iniziativa non genera assembramenti, si potrebbe anche osare e chiedere anche agli adulti di partecipare allo stesso progetto, al fine di costituire una grande comunità che ruota attorno al Lanfranco, impegnata nello stesso obiettivo: ammaliare il prossimo con un racconto per arricchire se stessi e gli altri.

 Fissiamo quindi le regole di partecipazione:

- i video devono essere inviati all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 6 gennaio 2021;

- non devono superare i due minuti e mezzo;

- devono riprendere un lettore “appassionato” di qualsiasi età e un simbolo natalizio.

Insieme al video bisogna inviare la liberatoria all’utilizzo e diffusione del video, sottoscritta e firmata da un maggiorenne.

Poiché possono partecipare tutti, fissiamo delle categorie di appartenenza che saranno indicate nell’oggetto della mail insieme a Cognome e Nome del protagonista del video:

  • tutti gli attuali alunni: categoria Lanfranco;
  • gli ex alunni che adesso sono alle superiori: categoria Lanfranco junior;
  • gli ex alunni più adulti: categoria Lanfranco senior;
  • coloro che lavorano o hanno lavorato con noi: categoria Lanfranco interno
  • per tutti gli altri: categoria Lanfranco extra
  • Dunque la mail di ogni video deve avere come oggetto: Cognome Nome categoria…

Sarei lieta se in tale iniziativa fossi supportata dall’associazione “Dammi la Mano” e dalle bibliotecarie di Cattolica per la sensibilizzazione alla partecipazione. Volentieri poi accetterei consigli su come valorizzare il materiale ricevuto.

In conclusione…Buone feste a tutti

Valeria Leonessa